AREA RASSEGNA STAMPA
[/documenti/dettaglio.htm]
Intervista

Grecia, Cuperlo: non so se Syriza riuscirà a sopravvivere ma il Pse ha fallito tutto

"Magari Tsipras ha fatto degli errori, tuttavia ha inciso come pochi altri sul confronto politico e nulla sarà come prima". Così Gianni Cuperlo nell'intervista al Corriere della Sera. "Ma questo Pse è da rifondare. Così com'è somiglia più a una burocrazia senz'anima"

di Gianni Cuperlo,  pubblicato il 14 luglio 2015 , 1142 letture
"Magari Tsipras ha fatto degli errori, tuttavia ha inciso come pochi altri sul confronto politico e nulla sarà come prima. La mia delusione riguarda il socialismo europeo. Afono e privo di leadership all'altezza. Hollande ha avuto almeno il merito di provarci. Ma questo Pse è da rifondare. Così com'è somiglia più a una burocrazia senz'anima, mentre fuori di lì cresce una sinistra che sarebbe una sciagura non vedere, ascoltare, coinvolgere". Lo afferma al Corriere della Sera, Gianni Cuperlo, che sulla linea di Renzi osserva: "Siamo apparsi incerti. Sul referendum piuttosto subalterni alla linea Merkel. Dopo, e l'ho preferito, più vicini alla Francia. Ma parlare di una scelta tra euro e dracma non è stato tra i tweet più felici".

Su Fassina, secondo cui il premier ha perso una grande occasione, Cuperlo afferma: "La nostra occasione era il semestre di presidenza, dove Renzi è arrivato sull'onda del formidabile successo alle elezioni.
Ma quel capitale politico è rimasto congelato e non si sono sollevati i nodi di fondo della crisi europea: parametri ottusi, carenza di investimenti, debiti e interessi che strangolano la crescita. Bisognava risvegliare un sogno, ma è mancata la forza o le capacità".

"La sinistra socialista - spiega ancora - deve allargare il campo. Serve una svolta storica nel modo di concepire integrazione, economia, civiltà. Se riduci l'Europa alla sola moneta, quella diventa un'ideologia, per di più' pericolosa".

Alla domanda se ora il progetto di una Syriza italiana diventa più difficile, Cuperlo replica: "Lavoro per la mescolanza e l'unità. Le divisioni non aiutano la sinistra. Ma oggi mi chiedo piuttosto se resisterà la Syriza greca e quale destino è riservato a un popolo prostrato".
tag
servizi

dillo ai tuoi amici

Inserisci le email separate da una virgola  
il tuo nome  
la tua email  
un breve messaggio  
 
L'utente, nel premere il pulsante "invia", dichiara di aver letto e approvato l'informativa sul trattamento dei dati.
[*]