Ufficio stampa
[/documenti/dettaglio.htm]
Comunicato stampa

Sereni: “Facciamo una Leopolda sul partito”

di Marina Sereni,  pubblicato il 16 giugno 2015 , 2202 letture
La vice presidente della Camera nella sua newsletter settimanale:realizziamo le riforme e apriamo una riflessione su come costruire un rapporto nuovo con i cittadini

“Proseguire nell'azione di Governo con la consapevolezza che occorre consolidare i primi risultati positivi, soprattutto in campo economico e sociale”. “Mettere mano al partito, alla sua presenza e organizzazione sul territorio. Facciamo una "Leopolda" sui temi delle forme e degli strumenti della politica, apriamo una riflessione su come costruire un rapporto nuovo tra cittadini e partiti, su come sperimentare forme di partecipazione diretta senza diventare schiavi del meccanismo delle primarie, su come rimettiamo radici nella società per costruire la rappresentanza nelle istituzioni, sul ruolo del partito come luogo di formazione e selezione delle classi dirigenti”.

Parte dall’analisi del voto, ma si sofferma anche sui temi della corruzione e dell’immigrazione la vice presidente della Camera, Marina Sereni nella sua newsletter settimana. Poi, due indicazioni: riforme e partito.

Riforme. “C'è chi rimprovera a Renzi di aver perso il piglio di innovatore radicale e chi gli rimprovera di essere stato troppo arrogante – scrive - Io, più banalmente, credo che sia stato e sia necessario a volte produrre delle rotture - soprattutto in un Paese che sembra temere spesso più il cambiamento che il rischio di declino - ma che poi occorra avere la pazienza e la saggezza per ascoltare e per realizzare gradualmente le riforme. Non bastano le leggi, anche se buone, per cambiare in profondità l'Italia e renderla più dinamica e giusta. Il lavoro dei nostri parlamentari da questo punto di vista è essenziale, e sono convinta che Ettore Rosato saprà guidare i deputati e le deputate del Pd con autorevolezza e spirito unitario per affrontare al meglio i prossimi impegni”.

Partito. “Sono tra coloro che pensano che una leadership forte sia necessaria nella politica moderna – conclude - Ma credo che per sconfiggere la sfiducia, il populismo e l'antipolitica serva un partito vero, aperto, moderno, una comunità di donne e uomini che costruisca legami e relazioni con la società complessa, liquida, incerta di oggi. E solo noi in Italia possiamo provare a diventare questo partito”.
tag
servizi

dillo ai tuoi amici

Inserisci le email separate da una virgola  
il tuo nome  
la tua email  
un breve messaggio  
 
L'utente, nel premere il pulsante "invia", dichiara di aver letto e approvato l'informativa sul trattamento dei dati.
[*]