Rassegna stampa

Ddl prescrizione, Ferranti: "Se il Senato annacqua troppo lo correggeremo"

di Donatella Ferranti,  pubblicato il 15 maggio 2015 , 1290 letture
I tempi della prescrizione? Se dalla discussione al Senato "il testo che uscirà non sarà soddisfacente, in linea con le richieste dell'Europa, ci sarà sempre il tempo di sistemarlo alla Camera". Lo assicura la presidente della Commissione Giustizia della Camera Donatella Ferranti, che, intervistata da Repubblica, torna sull'accordo raggiunto ieri nell'incontro tra Partito democratico e Area popolare: "Non c'ero, però da quello che mi dice Ermini (il responsabile Giustizia del Pd), il punto centrale resta quello di mantenere un tempo di prescrizione differente e più lungo per i reati di corruzione rispetto a quelli comuni".

Tornando sulla revisione al ribasso dei tempi: "la nostra finalità", sottolinea la presidente, "è raddoppiare gli attuali tempi di prescrizione per la corruzione. Qualunque strada tecnico-giuridica si percorra, è importante che l'aumento sia sistematico e raggiunga l'obiettivo quando tutte e due le leggi, anti-corruzione e prescrizione, saranno approvate".

"Oggi - dice Ferranti - la corruzione si prescrive in 10 anni, domani, una volta approvata sia la legge Grasso che quella sulla prescrizione, lo stesso reato si prescriverà in 15 anni, cui bisogna aggiungere i tre anni dopo la condanna di primo grado. Certo, personalmente preferivo l'aumento secco della metà votato alla Camera, la trovo tuttora una soluzione più sistemica, in quanto accomuna la corruzione ad altri reati gravi e gravissimi per i quali la prescrizione è addirittura raddoppiata".
tag
servizi

Argomenti

dillo ai tuoi amici

Inserisci le email separate da una virgola  
il tuo nome  
la tua email  
un breve messaggio  
 
L'utente, nel premere il pulsante "invia", dichiara di aver letto e approvato l'informativa sul trattamento dei dati.