Articolo

Pirelli, Taddei: "Benvenuto l'investimento di ChemChina"

"Non è un problema di chi investe, ma di piano industriale. Il colosso cinese mantiene in Italia non solo la testa imprenditoriale, ma anche lavoro e produzione: non solo è benvenuto, va anche incoraggiato"

pubblicato il 26 marzo 2015 , 1263 letture
Filippo Taddei  taddei filippo
ChemChina, che ha firmato l'accordo per entrare in Pirelli, ha un "investimento e un piano industriale chiaro", quindi "è il benvenuto" e anzi "va incoraggiato". Lo ha detto il responsabile economico del Pd, Filippo Taddei, a margine dell'inaugurazione del Desi training center Lamborghini e Ducati a Sant'Agata Bolognese.

"Immediatamente dopo l'offerta pubblica di acquisto" da parte del colosso cinese "c'è stata subito un'altra importante informazione: un piano industriale volto a mantenere in Italia non solo la testa imprenditoriale, ma anche il lavoro e la produzione - ha spiegato Taddei -. Tutto quello che va in questa direzione non solo è benvenuto ma anche incoraggiato".

"Non è un problema di chi investe, ma qual è il suo piano industriale - ha aggiunto l'economista democratico -. Così come è stato il benvenuto l'acquisto di Ducati e Lamborghini da parte di investitori esteri (Audi, ndr.) perché finalizzato a un progetto industriale la cui qualità celebriamo oggi. Celebriamo oggi un modello di riferimento, di integrazione forte tra politiche attive - formazione dei lavoratori - e lavoro".

La positività del progetto, secondo Taddei, "è sempre condizionata a una condizione chiara: che sia un investimento che porta mantenimento della produzione e occupazione in Italia.

Siamo convinti che nel momento in cui offri condizioni di contesto rinnovate, investimento chiaro sulla qualità del lavoro, non c'è nessun motivo a trasportare al di fuori di questo paese la produzione perché non conviene".
tag
servizi

Argomenti

dillo ai tuoi amici

Inserisci le email separate da una virgola  
il tuo nome  
la tua email  
un breve messaggio  
 
L'utente, nel premere il pulsante "invia", dichiara di aver letto e approvato l'informativa sul trattamento dei dati.