2x1000



A partire dal 2014 il contribuente ha la possibilità di destinare il 2 per mille della propria Irpef in favore di un unico partito, tra quelli inseriti nell'apposita sezione del registro nazionale.
I partiti che possono accedere a tale forma di finanziamento hanno risposto a due requisiti imprescindibili:
1.    La pubblicazione del Bilancio
2.    La dotazione di uno Statuto che regoli democraticamente la vita interna al partito stesso

tags
   




 
Domande
Il finanziamento pubblico ai partiti è abolito?
Tutte le domande
...e risposte
Si, la legge approvata prevede la totale abolizione del finanziamento pubblico.
leggi tutto


Leggi anche

Approvato il Rendiconto 2014 del Partito Democratico È stato approvata all'unanimità la relazione del Tesoriere nazionale del PD Francesco Bonifazi, nella Direzione nazionale del 8 giugno 2015, sul rendiconto dell'esercizio, chiuso al 31 dicembre 2014.

Bonifazi: Bilancio Pd 2014 in pareggio "Abbiamo cercato di dimostrare che la politica deve e può essere credibile. Per questo abbiamo voluto e ottenuto l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti. Da ora in poi cercheremo sempre di più di farcela con l’aiuto di chi crede nel nostro progetto di cambiamento del Paese". Così il tesoriere Francesco Bonifazi, nella relazione sul rendiconto 2014 presentata alla Direzione nazionale del Pd. Il bilancio è stato approvato all'unanimità

Anagrafe degli eletti
Consulta le schede personali di tutti gli eletti del Partito democratico